Chi può richiedere il rimborso delle accise?

post

LE 3 GRANDI MACRO AREE DEL RECUPERO DELLE ACCISE

Autotrasporto-gasolio Forza motrice-gasolioMineralogico-energia elettrica

Autotrasporto

Chi ne ha diritto?

  • Autocarri con portata uguale o superiore a 75q da euro 4 in poi. Euro3 solo 2019 e 2020 (possibilità di recuperare fino al consumo dei 24 mesi precedenti). Riservato a mezzi che effettuano trasporto di cose in conto proprio o in conto terzi
  • Si recupera €0,21 per litro di gasolio consumato (possibilità di recupero sino 24 mesi precedenti)
  • La legge che ne parla è la circolare 771 del 4/1/12, nota anche come Carbon Tax

I mezzi defiscalizzabili, per quanto riguardo le retroattività sono quelli con classe ambientale euro 3 e successivi, i quali sono esclusi da quelle future (euro 4 e successivi)

Molti operatori credono ancora che il rimborso spetti solo a chi effettua trasporto conto terzi

Hanno anche diritto al rimborso dell’accisa sul gasolio:

  • Gli enti e le imprese pubbliche locali che effettuano trasporti nei termini del D.L. 19/11/97 n.422 e relative legi regionali di attuazione;
  • Gli enti pubblici e le imprese che assicurano il trasporto pubblico locale
  • Le imprese che effettuano autoservizi di competenza statale, regionale e locale di cui alla legge 28/09/39 n.1822, al regolamente CEE n. 684/92 del consiglio del 16/03/92  e successive modifiche ed al D.L. n.422/1997
  • Autoambulanze: 40% dell’aliquota accisa di gasolio, benzina e gpl

Forza motrice

Chi ne ha diritto?

  • Macchine operatrici fisse o semoventi, che utilizzano gasolio per lavorare.
  • Si recupera €0,43 per litro di gasolio consumato
  • La legge che la regolamenta è il D.L. 504/95 T.U.A. circolare 5/D e 25/D

L’agevolazione è riconosciuta dall’Agenzia delle Dogane,

secondo quanto specificato nella Circolare 5/D e  tutte le regole e le direttive su come accedere ai rimborso è sempre gestito dall’Agenzia delle Dogane.

Il rimborso spetta a tutti coloro che acquistano gasolio utilizzando macchine per la forza motrice (macchine operatrici).

Le macchine non devono essere necessariamente di proprietà del richiedente, ma è sufficiente un regolare contratto di noleggio e/o comodato d’uso.

Come per l’autotrasporto le richieste sono gestite trimestralmente.

A chi si rivolge?

  • Aziende di movimento terra
  • Aziende di movimento merci
  • Aziende di riciclo materiale
  • Aziende di cave e conglomerati
  • Settore: lavorazioni stradali
  • Gruppi elettrogeni, frantoi per inerti, presse per autodemolizioni, gru portuali

Gruppi elettrogeni

Chi ne ha diritto?

  • Tutti i gruppi elettrogeni che operano nei settori edili, portuali, estrattivi, minerari, manifatturieri, smaltimento rifiuti e recupero materiali
  • Si recupera €0,613504 per litro di gasolio consumato
  • È regolamentato dalle circolari 25/D, 5/D e 33/D

Es rimborso: Per produzione annuale di 50000 kwh il rimborso è di €7789

Processi mineralogici – metallurgici

Chi ne ha diritto?

  • Aziende che lavorano materiali inerti, come la produzione di calcestruzzo, lavorazioni di metalli, vetrerie, ecc
  • Le ditte hanno l’esenzione totale delle accise che corrispondono a €0,0125 per Kwh consumato
  • Viene regolamentato dall’art. 1 del D.L. 2 febbraio 2007 n. 26 e stabilisce che “non è sottoposta ad accisa l’energia elettrica utilizzata nei processi mineralogici”

L’agevolazione:

L’agevolazione consiste nella esenzione dell’accise (0,0125 €/kWh) sulla quota parte dell’energia che viene utilizzata per la produzione e la lavorazione. L’imposta accise per i consumi derivati da altri usi (Uffici, illuminazione interna ed esterna, ) è dovuta .

Al fine di determinare l’importo accise da pagare ci sono due possibilità:

  1. Se la potenza è inferiore a 200kwe si procede con un calcolo forfettario stipulando una convenzione annuale.
  2. Se la potenza impegnata è superiore occorre istallare uno o più contatori di energia elettrica per stabilire i consumi delle utenze, «Officina elettronica»

Come si può richiedere il rimborso accise? / Cosa facciamo?

Gli Uffici ed i tecnici 3AR attraverso consolidate procedure,

Presentano una pratica all’agenzia delle dogane di competenza provinciale

Necessità di una documentazione relativa a :

  • Fatture Acquisto Gasolio
  • Chilometri percorsi nel periodo di richiesta del rimborso (crono tachigrafi)
  • Documenti del mezzo richiedente con licenza di trasporto.

Successivamente ai 15 giorni dal ricevimento presso i nostri uffici di tutta la documentazione, viene presentata al nostro cliente la pratica da firmare.

Dalla data di presentazione della pratica, l’agenzia delle dogane ha 60 giorni di tempo per comunicare l’esito della richiesta. (vedi timbro doganale)

Certificazione di “verifica di conformità Normale” entro 60 gg.

Le richieste sono trimestrali

Iter e costi del servizio:

Il servizio è diviso in tre costi distinti:

  1. Apertura pratica
  2. Canone del servizio, che verrà versato a 3ar ad ottenimento del rimborso (61 giorni dalla data della richiesta)
  3. Ulteriore recupero accise per 8 trimestri retroattivi, per tutti i mezzi del periodo, anche quelli non più in possesso

I costi variano in base al numero di mezzi da fiscalizzare, dai siti operativi e delle agenzie doganali; per tutti i clienti che ne fanno richiesta può essere elaborato uno studio di fattibilità con analisi di costi e benefici

Come si ottiene

Il rimborso delle accise sul gasolio viene riconosciuto dall’Agenzia delle Dogane sulla base dei dati forniti dai misuratori fiscali installati sulle macchine. (RPM/hms) registrazione giri motore: ore/minuti/secondi

Come avviene il rimborso

Il rimborso viene erogato dall’Agenzia delle dogane fornendo un certificato di rimborso tramite un deposito fiscale (rivenditore di gasolio, NON I DISTRUBUTORI AL PUBBLICO)

La richiesta è trimestrale e parte dal momento della suggellatura del contatore fiscale da parte dei funzionari doganali.

Per le pratiche è necessario:

Acquisto Gasolio per deposito in cisterna privata.

CE mezzo opera richiedente;

Documenti e certificati del Contatore fiscale;

Processo commerciale e tecnico

  • Firma del contratto di servizio di defiscalizzazione con 3AR
  • Ritiro documentazione relativi ai mezzi e siti di lavoro.
  • Contatto uffici tecnici 3AR srl per installazione  ( 10/15 giorni)
  • Contatto con dogane per suggellatura   (30/60 gg)
  • Contatto settimanale per curve di consumo  12 settimane
  • Contatto per pratiche richiesta rimborso accise. Trimestre successivo alla sugellatura

Il nostro metodo

I nostri funzionari commerciali devono visitare le imprese selezionate sul loro territorio ed informarli dell’opportunità del decreto ministeriale, sia per il carburante che per l’energia

Verrà segnalato da parte vostra il cliente attraverso una scheda informativa (delega) debitamente compilata ai nostri area manager di riferimento, verificando se rispettano i requisiti richiesti (tramite un questionario tecnico).

Al cliente verrà rilasciato uno «studio di fattibilità» su costi e ricavi e successivamente contrattualizzato.

Alla firma del contratto verrà installato il contatore fiscale iniziando così le procedure di rimborso.

Prodotti di 3ar

Ma-1

Ma-2

Lt-1